Evoluzione di un tinyURL

Negli ultimi tempi, con il proliferare delle numerose applicazioni web per il microblogging, è tornato prepotentemente in auge il tinyURL, ovvero un indirizzo accorciato, reso necessario dall’esiguo numero di caratteri a disposizione per comunicare.

Il ritorno dei mini-URL ha ovviamente scatenato la nascita di nuovi siti per abbreviare gli URL, ma anche l’evoluzione di applicazioni più datate. TinyURL, ad esempio, che è un po’ il “padre” di tutti gli accorcia-URL, ha recentemente introdotto la possibilità di creare URL personalizzati (es. http://tinyurl.com/cyberangel) e anche quello in “anteprima” per far sapere a quale link punterà davvero il sito (es. http://preview.tinyurl.com/cyberangel).

Dato che l’indirizzo abbreviato è composto, generalmente, da una sequenza di numeri senza alcun significato e, dunque, difficilmente memorizzabili, l’abilità di creare un mini indirizzo alternativo, associato anche al proprio nome di dominio (o altro a scelta), risulta essere una caratteristica positiva per rendere i mini-URL meno anonimi.

E sulla scia di servizi sempre più personalizzati, è da poco entrato in gioco un concorrente agguerrito che aggiunge anche nuove ed utili funzioni.

Bit.ly infatti mette a disposizione gratuitamente ai suoi utenti:

  • personalizzazione degli URL
  • bookmarklet da trascinare nella barra dei segnalibri per accesso diretto
  • storia: Bit.ly ricorda (via cookies) fino a 15 dei tuoi ultimi URL creati, che vengono mostrati ad ogni accesso all’homepage
  • click/referrer tracking: ogni volta che qualcuno fa click sul tinyURL che abbiamo creato, Bit.ly aggiorna il contatore presente nella pagina info di ciascun URL, mostrando anche i domini di provenienza. Siamo anche informati nel caso qualcuno abbia creato un indirizzo Bit.ly a partire dal nostro stesso URL di origine.
  • miniatura della pagina originale con diverse misure
  • mirror automatico per ogni pagina linkata
  • accesso ai dati via XML e JSON
  • documentazione del set API

E dato che il successo è crescente, poteva il gigante di Montain View sottrarsi a tale settore? Ecco quindi il sito di short url di Google che è attualmente in sperimentazione.

Share
Categorie: miscellanea

Lascia un commento





Somma di quattro + sette ?