Btjunkie.org spento in Italia ma ritorna col proxy

“Attenzione Italiani: btjunkie.org verrà presto bloccato a causa della censura giudiziaria italiana. Potrete continuare ad accedere al sito tramite proxyitalia.com/btjunkie.org”.

Così un sintetico avviso diramato online dai responsabili del motore di ricerca torrent Btjunkie.org, la cui inibizione dell’accesso è stata recentemente ordinata dalla Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito dell’operazione “Poisonous Dahlia”.

Sembra però che i responsabili di Btjunkie.org non abbiano alcuna intenzione di ricorrere in appello. Lo specifico ordine di inibizione era stato emesso direttamente dal PM, lasciando ai gestori del motore di ricerca l’unica possibilità di rivolgersi in Cassazione.

Pare invece che gli stessi responsabili del sito preferiscano restare in vita – almeno in Italia – a mezzo proxy, nello specifico invitando gli utenti ad aggiornare i bookmark per poter usufruire della mediazione garantita da proxyitalia.com per mezzo del link: http://proxyitalia.com/btjunkie.org

Share
Categorie: life hack, miscellanea

3 Risposte

  1. fox Dice:

    politici mafiosi, si concedono tutto per loro e poi fanno proibizionismo alla popolazione. italiani bella gente.

    Postato su agosto 7th, 2011 at 23:00

  2. CyberAngel Dice:

    Ma naturalmente non sono riusciti nel loro intento, infatti quelli di proxyitalia sono tornati con un nuovo indirizzo e stavolta utilizzando Google!

    Postato su agosto 8th, 2011 at 10:51

  3. CyberAngel's Blog » Btjunkie di nuovo accessibile in Italia grazie a un proxy Google Dice:

    […] proxy Google Pubblicato da CyberAngel ago 08Qualche settimana fa il sito proxyitalia che fungeva da proxy per accedere a Btjunkie è stato oscurato su ordine della Procura di Cagliari. Probabilmente ignari di quello che significa […]

    Postato su agosto 8th, 2011 at 11:59

Lascia un commento





Somma di due + sei ?